mercoledì 6 agosto 2014

Elenco Inci prodotti cosmetici 

Sostanze funzionali per abbronzarsi al meglio

Aloe (Aloe barbadensis)

Una pianta grassa della famiglia delle Lillacee, originaria dei paesi tropicali,con foglie grosse e carnose da cui si estrae un succo viscoso.
Ne esistono oltre 200 specie e le sue virtù benefiche sono note da millenni (era utilizzata ad esempio per lenire e cicatrizzare le ustioni).
La facile deperibilità dei suoi estratti però ne ha limitato la diffusione al di fuori delle aree di crescita.
Oggi grazie alle moderne tecnologie che ne facilitano la conservazione,è invece largamente sfruttata nelle formulazioni cosmetiche di solari,dopo sole,latte dopo bagno e prodotti per pelli sensibili o secche.

Ha infatti proprietà antinfiammatorie, antimicrobiche e idratanti che la rendono ideale per trattare le scottature solari, arrossamenti,dermatiti e lesioni cutanee.
L'Aloe pur costituita dal 99% da acqua, contiene ben 200 sostanze.
Nelle moderne formulazioni si utilizza priva di glucosidi antrachinonici, considerati poco benefici per la cute.
Si può trovare sia in gel sia sotto forma di succo, come componente cosmetico ma anche come integratore alimentare.
Le sue funzioni essenziali sono idratare e illuminare la pelle, si aggiunge poi la capacità antiossidante di agire contro la formazione dei radicali liberi.
Svolge inoltre un azione schiarente sulle macchie cutanee.
Infatti viene molto usata nei prodotti per il trattamento e la prevenzione dell'invecchiamento.


Vitamina C (Ascorbic Acid) 

La più famosa delle vitamine idrosolubili.
Come tutte le sue parenti strette non può essere fabbricata 
dall'organismo ma deve essere ricavata dagli alimenti: si trova nella frutta fresca e nella verdura.
La sua carenza provoca uno stato generale di malessere che può sfociare in una vera e propria malattia: lo scorbuto.
L'Acido Ascorbico è necessario per la produzione di collagene,se non ne assumiamo a sufficienza comparirà una tendenza alle emorragie per un aumentata fragilità dei vasi capillari e un rallentamento nella risoluzione delle ferite. La Vitamina C è una molecola molto instabile perché in soluzione acquosa si ossida facilmente all'aria perdendo i suoi benefici. Per evitare questo inconveniente, bell formulazioni cosmetiche si utilizzano i suoi derivati più stabili (sali o esteri), oppure si può scegliere un sistema di confezionamento ad hoc: in questo caso l' Acido Ascorbico è contenuto in un recipiente ed è miscelato al resto del prodotto solo al momento dell ' applicazione.  

Eritrulosio (Erythrulose)

Uno zucchero chetonico 4 atomi di carbonio di derivazione biotecnologica complementare all'impiego dell' idrossiacetone nelle formulazioni di prodotti auto abbronzanti.
La reazione attraverso cui si esplica la sua azione è la medesima del DHA cioè tramite l'interazione con la cheratina dello strato corneo.
Largamente utilizzato,deve il suo successo alla migliore colorazione che riesce ad apportare alla pelle e alla maggiore durata del risultato che la sua presenza garantisce.

Octocrilene (Octicrylene)


Filtro solare UVB dalle spiccate proprietà di resistenza all'acqua e con largo spettro di assorbimento delle radiazioni.
E' un ingrediente costoso che richiede di essere utilizzato ad alte concentrazioni ma che contribuisce in modo notevole alla sostanza sulla pelle delle formule solari.

Oxybenzone (Benzophenone -3)

Filtro solare organico solubile in olio, assorbe anche parte delle radiazioni UVA oltre a quelle UVB.
Il suo utilizzo in formulazioni solari è cresciuto di pari passo.
E' usato come filtro cutaneo in concentrazioni tra il 2 e il 6 %, e a dosi minori per proteggere i prodotti stessi dalla degradazione dovuta dal sole.

      
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy
Cliccando sul pulsante ACCETTO acconsenti all’uso dei cookies.